Il dynamic pricing determina il cambiamento del prezzo di un prodotto in catalogo di un sito e-Commerce sulla base di un controllo adattativo (svolto da un algoritmo) di fattori diversi, come la concorrenza e la domanda di quel determinato prodotto sul mercato online. Lo stesso articolo viene quindi offerto a prezzi diversi a gruppi o categorie di clienti diverse. Il dynamic pricing è un tipo di discriminazione di prezzo. La sua applicazione, pur essendo generalmente ammessa,  può sollevare alcune problematiche di natura legale.

Le agenzie di viaggi online (OTA) e le grandi compagnie aeree sono state le prime ad impiegare strategie di dynamic pricing.  Ti sarà senz’altro capitato di riscontrare il cambiamento del prezzo di un biglietto aereo per un itinerario che avevi controllato qualche giorno prima e che poco tempo dopo ha subito una variazione del costo (normalmente superiore). Le compagnie aeree modificano i loro prezzi sulla base di diversi fattori, come l’orario, il giorno della settimana in cui viene svolta la ricerca e il numero dei giorni che mancano alla partenza. Anche il gigante americano Amazon, come è risaputo, fa ampio uso del dynamic pricing per aumentare la concorrenzialità del suo shop online nei mercati occidentali. La discriminazione di prezzo si basa sulla quantità e qualità di informazioni a disposizione del gestore dello shop. La conoscenza della disponibilità di spesa del cliente è un elemento fondamentale per l’aumento del profitto grazie a strategie di discriminazione di prezzo. Lo stesso vale per le strategie di segmentazione della clientela. Detto ciò è chiaro come proprio Amazon sia stato in grado, grazie alla sua capillarità sul mercato statunitense ed europeo, di elaborare e localizzare strategie di dynamic pricing estremamente efficaci.

Al grande successo dell’e-Commerce in Germania, che ha registrato un vero e proprio boom negli ultimi 15 anni, consegue ovviamente anche una grande concorrenzialità sul mercato online, oggi dominato da Amazon.de. In tale contesto il tema del cambiamento automatico dei prezzi é da sempre uno dei principali argomenti dei detrattori del commercio elettronico in Germania, che lo considerano fondamentalmente una mancanza di trasparenza verso il cliente. La critica alla discriminazione di prezzi nel commercio elettronico era inoltre divenuta anche il “cavallo di battaglia” dei detrattori della posizione dominante di Amazon in Germania, che accusavano di manipolare i prezzi a danno dei propri clienti.

Ti sarà quindi facile capire perché, fino ad oggi, il tema del dynamic pricing sia sempre stato affrontato con una certa precauzione, dato che si prestava a critiche da parte sia delle associazioni di consumatori, sia dei gestori di shops online, spesso “coalizzati” contro lo strapotere di Amazon. Recentemente, tuttavia, uno studio congiunto del BDEH (Bundesverband E-Commerce und Versandhandel Deutschland) e della Credit Reform Universum ha riportato l’attenzione dei media sull’argomento. Christoph Wenk-Fischer , il presidente del BDEH, afferma che il dynamic pricing rappresenti oggi uno dei fattori essenziali per la “sopravvivenza del commercio elettronico nel mercato globale”.
Secondo questo studio, il 40% degli shop online tedeschi utilizzerebbe già algoritmi di dynamic pricing, mentre il 30% di loro ne avrebbe pianificato l’implementazione entro i prossimi 12 mesi. Se tale previsione si avverasse, ciò vorrebbe dire che entro un anno il 70% degli shops tedeschi utilizzerebbe il dynamic pricing. Attualmente la maggior parte dei gestori avrebbe dichiarato di effettuare modifiche ai prezzi dei propri articoli in catalogo, tuttavia “senza regolarità” e basandosi, nel 62% dei casi, sul comportamento della concorrenza, mentre nel 26% dei casi il discriminante sarebbero esclusivamente le abitudini dei propri clienti . Infine, il 70% dei gestori di shop elettronici tedeschi, particolarmente quelli che non stanno pianificando investimenti nel proprio shop, avrebbe dichiarato di considerare il dynamic pricing un “fattore importante per la propria clientela”. Amazon docet?

%

Usa già strumenti di dynamic pricing nel proprio shop

%

Implementerà il dynamic pricing nel proprio shop nei prossimi 12 mesi

Share This
Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza online. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.